❰EPUB❯ ✹ 眠れる美女 [Nemureru Bijo] Author Yasunari Kawabata – Multi-channel.co

Creo que ha sido el libro m s complicado de leer en lo que llevo de a o No por su lenguaje, si no por su trama La historia nos presenta a Eguchi, un anciano que acude, por recomendaci n de un amigo, a la casa donde habitan las bellas durmientes stas, son chicas v rgenes y dormidas con narc ticos La funci n de esta casa es la de permitir a hombres de avanzada edad dormir con chicas j venes inconscientes Como muertas No pudi ndose nunca pasar los l mites de llegar a algo m s Con esta sinopsis tan controvertida y dif cil de digerir me enfrente a este libro Inicialmente con la mente algo m s estrecha que con la que he acabado A trav s del personaje de Eguchi descubrimos los sentimientos de una persona en sus ltimos a os, que sabe que su final est cerca Nos encontramos con un personaje tremendamente traumatizado con la vejez, no tanto con la muerte, ya que a veces, incluso la desea Eguchi es un ser acomplejado, por la falta de vitalidad de otra poca Y estas j venes mujeres le revuelven todo ese dolor Se tratan bastantes temas y eso que es una novela de apenas 100 p ginas Temas como la supuesta hombr a que todo hombre necesita, la vejez que dificulta la consecusi n de la misma, o la muerte Me gust que se mostrara la doble moral del protagonista, comparando el mismo momentos en los que sus hijas se vieron afectadas por hombres en situaciones que el tach de actos impuros o despreciables, con los suyos propios con diferentes mujeres a lo largo de su vida, y en la casa de las bellas durmientes Cuanto m s leo de Kawabata, m s me gusta e interesa su mundo Y entiendo el porqu de su relaci n con Yukio Mishima Ambos ten an una visi n muy peculiar y diferente del mundo En definitiva una novela d ficil, complicada de digerir, que no te dejar indiferente y que, con seguridad, no es para todos los p bicos. Ammetto di non essere granch esperta di cultura giapponese, e questo sicuramente un forte limite di questa recensione Le mie sono solo le opinioni di una lettrice occidentale immersa in una cultura occidentale, che legge adottando parametri che, per forza di cose, derivano da una conformazione del pensiero costruita da riflessioni e stili di vita proprie del mio tempo e del mio spazio E se vero che fondamentale saper fare distinzioni di luogo e di tempo, di ideologie e culture, anche vero che non si pu pensare di ridurre la letteratura a mera contestualizzazione O meglio, lo si pu fare se non si ha intenzione di alzare lo sguardo oltre la particolare opera letteraria e sia chiaro, non voglio sminuire o ridurre l importanza di questo tipo di riflessione critica, lungi da me dire qualche cosa del genere sono per fermamente convinta che la letteratura possa e debba avere anche uno spazio che diventi altro da s , che trascenda i confini del qui ed ora della singola opera, per approdare ad una riflessione pi ampia, che smuova il lettore e il suo pensiero in toto, senza porsi limiti e barriere L importante saper distinguere questi due momenti, ma non giusto, a mio parere, soffocare il secondo in favore del primo Kawabata una penna raffinatissima, forse una delle pi raffinate che io abbia mai incontrato La delicatezza di ogni suo tratto quasi palpabile, questo racconto breve ma intensissimo, denso di suggestioni estetiche nel senso pi greco del termine che non perdono mai di leggerezza La prosa estremamente riflessiva e lirica, ricca di simbolismo e precisione Leggere stato come immergersi in un acquerello, delicatissimo ma al contempo preciso ed estremamente ricco di dettagli il fruscio della stoffa, l angolo formato da una ciglia, ls sfumature di colore di un albero di camelie, il pallido rossore del sangue che imporpora un viso addormentato C tutto, Kawabata un attentissimo miniaturista che non si lascia sfuggire nessun dettaglio, non tralascia nulla, e lo fa con estrema precisione e ancora pi grande sensibilit C un erotismo appena accennato in queste pagine, un erotismo che viene dipinto con naturalezza e senza pruriginosit , serpeggia come un sostrato solido e al tempo stesso non del tutto disvelato in ogni descrizione, in ogni frase, in ogni silenzio E certo tutto questo sintomo di una grandissima sensibilit e una maestria nel giocare con le parole non comuni La casa delle belle addormentate uno di quei libri in cui succede poco, ma tutto si regge in un infinito rimando di ricordi e introspezione, dove anche le piccole cose sono pretesto per tornare su memorie lontane o riflettere sulla propria persona, sulle proprie azioni, sui propri cambiamenti uno di quei libri insomma che a me piacciono molto tutto questo e al tempo stesso non solo questo, e non si pu pensare di ridurre La casa delle belle addormentate solo ai ricordi del vecchio Eguchi questo romanzo infatti anche un ricchissimo crogiolo di simbolismo, di rimandi, di metafore, e so che proprio parlando di questo aspetto forse quello pi importante devo pormi un freno conosco troppo poco l autore e la sua cultura per pensare di aver colto molti di questi simboli Ma, mi dico, forse va bene anche cos Le suggestioni, le domande, quelle le ho colte, e per ora mi basteranno Il vecchio Eguchi, un uomo di 67 anni che stato figlio, amante, marito e padre, si ritrova a trascorrere una notte in una casa piuttosto particolare la struttura quella di un bordello, ma le dinamiche sono molto pi complesse e rimandano a concetti estremamente pi difficili del solo sesso I clienti infatti sono o dovrebbero essere uomini anziani, ormai impotenti, e le donne pagate per trascorrere la notte con loro sono vergini poste sotto gli effetti di sonniferi potentissimi, che non possono essere svegliate dai propri compagni di notte per nessuna ragione Accanto a queste giovanissime donne Eguchi, che ancora non si sente cos tanto anziano, fa un cammino a ritroso nei suoi ricordi, incontrando di nuovo le donne della sua vita, e, forse, ne compie anche uno verso il futuro, verso una nuova consapevolezza e presa di coscienza Il vecchio Eguchi, prossimo per sua stessa ammissione alla morte, dorme accanto ad una giovinezza che per quanto faccia, per quanto possa toccare e maneggiare, rivoltare, manipolare a suo piacimento, non pu mai possedere Ormai si trova oltre questa giovinezza, in una diversa dimensione, e questi due mondi possono sfiorarsi ma mai appartenersi, mai comunicare davvero Ecco, tutto questo bello, e l avrei trovato davvero un romanzo meraviglioso, se non fosse stato per qualcosa che forse mi attirer accuse di imparzialit e confusione fra pensieri e culture, qualcosa che per non posso tralasciare Lo so, so benissimo che non si possono trasporre ideologie e conquiste di pensiero in luoghi e tempi diversi, ma non per questo bisogna chiudere la mente e accettare passivamente tutto ci che ci piove addosso, solo perch arriva da lontano Quello che mi ha cos tanto disturbata in questo libro non stata tanto o non solo l immagine di un vecchio che passa la notte accanto ad una ragazzina inerme, che non pu difendersi da qualsiasi cosa il vecchio possa volerle fare Non una bella immagine, certo, ma capisco benissimo quale sia il suo ruolo all interno del romanzo Quello che pi mi ha turbata quest idea morbosa e, lasciatemelo dire,sbagliatadi erotismo che il sostrato di tutto questo romanzo Un erotismo a senso unico, un erotismo che tale solo quando la donna scompare e si fa pensiero maschile, quando un idea, quando una bambola, carne non senziente e a volte nemmeno carne un erotismo passivo e mutilato, e la donna non solo non ha la minima possibilit di opporvisi, ma non pu nemmeno partecipare Le donne, non solo le belle addormentate, ma tutte le donne ricordate dal vecchio Eguchi sono viste e descritte da un punto di vista erotico, ma non c mai dell erotismo che le riguardi in prima persona Il sesso per loro solo in funzione maschile, non c il loro godimento, non c nemmeno il loro dolore, non c la loro partecipazione, nemmeno forzata o involontaria un romanzo che parla anche di erotismo, ma non c spazio per le donne.Ed tutto cos semplice, cos comprensibile anche da un occidentale, che mi viene da chiedermi se in questo particolare caso la cultura geografica abbia un qualche ruolo Probabilmente ho fatto qualcosa di poco legittimo, probabilmente ho parlato di cose che Kawabata nemmeno aveva in mente e che con questo romanzo hanno poca attinenza, ma sono terribilmente stanca di vivere un un mondo dove la figura femminile troppo spesso vissuta solo come oggetto sessuale senza coscienza, perch ogni rivendicazione di una sana eliberae cosciente e attiva percezione della sessualit femminile attenzione, ben diverso parlare di sessualit femminile e femminilit sessualizzata viene troppo spesso additata come mancanza di morale e rispettabilit. Qua T C Ph M Ng I P Ng M , Kawabata C C T Nh Ng C M Quan T Vi V Nh Ng Suy T C A M T Ng I N Ng Gi V I Nh Ng C G I Tr Ho N To N Xa L V Danh Kh A Th N Chung Ch N Chi U Nh Ng Kh Ng H C Trao I B Ng Ng N Ng Ho C Ng Ch M Th N X C L Th I Chi M Ng M V Ph N T Nh Nh C A M T Ng I Th C H Nh Thi N Nh T I Gi C Ng V D C T Nh C A Ch Nh M Nh V V Ngh A C A Nh N Sinh C I Bi T V Kh N Ngu I C A Ki P Ng I C Kawabata T M L C B Ng Nh N Nh Tr N Th Gian Kh Ng C G Cao Qu B Ng Con Ng I Trong Lo I Ng I Kh Ng C G Vinh D B Ng Th N Th Trong Tr Ng C A Ng I N Tuy Nhi N, Chi M O T, S H U N Ng I Ta Ph I Ph H Y S Trinh Khi T Numa casa, gerida por uma mulher, meninas virgens, com menos de vinte anos, s o sedadas, para que velhos, j desativados , durmam com elas e lhes possam fazer o que lhes apetecer, visto estarem totalmente indefesas O velho desta hist ria, ainda no activo , enquanto recorda as suas passadas aventuras amorosas, observa e toca os corpos desnudos das mulheres brinquedo fantasiando viol las e assassin las As tr s estrelas s o para a escrita que atenuou o fedor do assunto Pr mio Nobel da Literatura 1968Yasunari Kawabata nasceu no Jap o Osaka em 11 de junho de 1899 e morreu no Jap o Kamakura em 16 de abril de 1972. I vecchi sono vicini di casa con la morte, non lo sa Su consiglio di un amico, un vecchio signore va una sera in una strana casa dove gli anziani clienti possono passar la notte insieme a giovani fanciulle, addormentate con un potente sonnifero Dato che vietato svegliare o importunare le ragazze, che fa durante la notte Pensa Il vecchio vide la giovinezza di lei nella grazia delle sue labbra aperte mentre dormiva Non facile parlare di questo racconto di Kawabata, perch la situazione, certamente paradossale e volutamente iperbolica, pu essere ritenuta fastidiosa e disturbante.La freschezza delle fanciulle un potente richiamo alla giovinezza, effimera fa da contrasto per il protagonista al proprio corpo ormai decadente Queste ragazze lo costringono involontariamente a riflettere sulla morte, sempre piu vicina, e a ricordare il passato le sue esperienze sentimentali, sua moglie, sua figlia compaiono una dopo l altra in un altalenante dormiveglia in cui i sogni si mescolano ai sensi e alle immagini reali La purezza delle ragazze rispecchiava inversamente la bruttezza dei vecchi L attaccamento alla vita, tipico di chi va in quella che una sorta di casa di appuntamenti, si trasforma nel monologo interiore di chi, vedendo avvicinarsi la morte, osserva il passato con rimpianto.Molto particolare, molto raffinato, molto elegante, estremamente triste Fatico a comprendere chi lo chiama racconto erotico di erotismo, qui, non ne ho trovato traccia. SESSO PER LA TERZA ETA Kawabata racconta di una casa di piaceri molto particolare frequentata esclusivamente da uomini anziani abbandonati, ahim , da vigore e prestanza fisica.Possono giacere per tutta la notte accanto a giovani vergini immerse in un sonno profondo e artificiale indotto da un potente sonnifero, possono percepire profumi, condividere il calore che emana dai corpi delle fanciulle, sfiorare la loro pelle candida, contemplarle o poco altro, ma sono sensazioni che si ampliano, aprendo la loro anima ad una rapsodia di ricordi della vita trascorsa, dell a agito e vissuto, in un presagio che per contrappunto fa sorgere, dal fondo della loro anima, il terrore della morte vicina, la nostalgia per la perduta giovinezza, il doloroso constatare dei corpi che raggrinziscono e ingrigiscono.E prostituzione, anche se prostituzione raffinata che si ferma un passo prima dal sesso, ma sempre l offrirsi di un corpo per un commercio ma, al di l del giudizio morale che il tema non pu smettere di suscitare, ho apprezzato il fatto che Kawabata squarci una finestra rara in chi scrive di erotismo su una modalit di sessualit quella senile e dell et che avanza, su come le abitudini, le pratiche si possano evolvere, in questo caso involvere, modificarsi per adeguarsi alla ineluttabilit della decadenza fisica.C chi ha definito i clienti di questa casa di piacere vecchi bavosi definizione che mi fa venire in mente il quadro di Artemisia Gentileschi Susanna e i Vecchioni, sono in disaccordo, l erotismo di Kawabata quasi un non erotismo, maneggia una materia con delicatezza giapponese, senza mai eccedere nella volgarit o nella pruderie per chi cerca sensazioni forti o immagini esplicite avvisato perch la delusione assicurata. La historia de entrada ya es especial Una casa en donde van hombres ancianos a dormir con chicas narcotizadas El protagonista Eguchi va por recomendaci n de un conocido, y ah empieza a evocar recuerdos tanto de mujeres que lleg a conocer, parejas, encuentros casuales Hay algo con la muerte que atraviesa todo el libro, eso de las chicas sedadas al limite, y el anciano m s cercano a la muerte, aunque lleno de recuerdos que son tra dos por mujeres que duermen Eso se entrelaza con el sexo, lo prohibido, los l mites y las transgresiones.Me encant el ritmo, las im genes, el lenguaje, y el final est tremendo En la oscuridad del mundo est n enterradas todas las variedades de transgresi n. A est ria que este livro nos conta t o perturbadora e perversa, que surpreende como o trabalho not vel de escrita consegue transformar isto numa pequena obra prima A beleza e profundidade de Kawabata sempre me conquistaram Recomendo. Una casa particolare, in cui giovani fanciulle si addormentano nude, quasi drogate, e in cui durante la notte un vecchio si stende a giacere con loro Unica condizione non svegliarle Sembra la favola della bella addormentata nel bosco al contrario, ma qui il principe un vecchio laido e la fanciulla non va svegliata E attraverso uno di questi uomini, Eguchi, scopriamo le abitudini della casa speciale, il perch di questo strano comportamento La fanciulla che dorme e non si sveglia una sicurezza per l uomo ormai decaduto nel fisico Sa che nessuno lo vedr nudo, non ne ricever di contro quella piet , quel disgusto che potrebbe trovare nei suoi occhi se la fanciulla fosse sveglia E approfitta del calore e della setosit della pelle della giovane quando la sua fredda e rugosa E come se bevesse giovinezza da quel corpo dormiente accanto a s L uomo ricorda cos le sue esperienze sessuali passate, il suo vigore, ritrova il ritmo della vita che sente si stia allentando e non pu pi farne a meno Ma c sempre qualcosa che pu succedere durante il sonno Una lettura curiosa, un angolatura diversa per una sfera delicata come quella della sessualit in cui si rischia di scadere facilmente nella volgarit , ma affrontata con delicatezza. I ve always had a certain uneasiness in how to approach Asian literature Since my knowledge of its background is very limited, I never knew whether the association of a symbol, an image or a metaphor with a Western myth or a Western writer is not risky or simply showing But then I remembered that there is no such thing as a wrong interpretation only a dull one , that a text generally speaks to us what we want it to speak, that, in the end, its voice is always also universal and personal, so that you are free to beat about the bush if you do it gracefully All this to explain why to me this novella reminded not only of the two brothers, Hypnos and Thanatos, but also of Orpheus and Eurydice and of a Mircea Eliade s story, Youth without Youth made into a film by Coppola, by the way.The story is touchingly simple an old man, Eguchi, decides to visit a famous and mysterious brothel, and it is pretty obvious from the beginning that he enters it rather with the hope to familiarize himself with the long sleep of death and to confront the demons of the endless night than in search of erotic adventures A poetess who had died young of cancer had said in one of her poems that for her, on sleepless nights, the night offers toads and black dogs and corpses of the drowned It was a line that Eguchi could not forget Remembering it now, he wondered whether the girl asleep no, put to sleep in the next room might be like a corpse from a drowning.However, the old man visits to the House little by little reveal other significances, challenging him to recreate the orphic journey, to make his own descensus ad inferos in order to find and save his yin , his feminine half mother, daughter, wife, mistress, whose images superpose and become a single one, or sometimes the multiple of one the sleeping girl s beside him The first woman in his life had been his mother Of course Could it be anyone except Mother came the unexpected affirmation But can I say that Mother was my woman Now at sixty seven, as he lay between two naked girls, a new truth came from inside him Was it a blasphemy, was it yearning And the final, maybe most important journey of Eguchi is similar to Gilgamesh, for he unconsciously looks for a chance to regenerate, to drink the elixir of life from Mother Earth, to catch the butterfly of the eternal youth just as the Mesopotamian hero wanted to pick up the flower of immortality The roar of the waves against the cliff softened while rising Its echo seemed to come up from the ocean as music sounding in the girl s body, the beating in her breasts, and the pulse at her wrist added to it In time with the music, a pure white butterfly danced past his closed eyelids.If in Eliade s story the old professor learns that you can sometimes trick destiny and replay your life but you re not allowed to change your mortality, Kawabata s hero must also get used to the idea that Death is the ultimate refuge, silently luring the soul from the dream of life, for the twin brothers Hypnos and Thanatos are truly interchangeable, death and sleep occurring randomly, and youth is no a synonym of life than old is an antonym Thus, after the death of the sleeping beauty in his bed, Eguchi is offered the same oblivion by the Cerberus of the House Standing in his night kimono, he for the first time felt the cold press upon him The woman came back with two white tablets Here you are Sleep late tomorrow Oh He opened the door to the next room The covers ere as they had been, thrown back in confusion, and the naked form of the fair girl in shining beauty.I remember that in an amazing poem the wonderful Romanian poet, Nichita Stanescu imagines knowledge as an endless sleep, artistic knowledge, that is, the only one that can perceive the universe entirely, and not partially my translation of the following fragment is rather fair than artistic They were born asleep They were growing up asleep, lovingasleep and weddingin their sleep They hated the awake.They said the awake do not live inside themselves.They said the awakeare only sight when they seehearing when they heargrief when they grieve.Maybe this is the last truth Eguchi discovers in the House that the ultimate knowledge is nothing but a sleeping beauty.